Weinheimer Leder - Finest Leathers since 1849

 

 Condizioni generali della ditta Weinheimer Leder (WL)

 

  1. 1.      Ambito di applicazione

Queste condizioni generali commerciali valgono per tutti i contratti, forniture e altre prestazioni nei confronti dei nostri clienti. Condizioni differenti dei nostri clienti non vengono riconosciute a meno che noi non ne confermiamo espressamente e per iscritto la validità.

 

  1. 2.      Conclusione e contenuto del contratto

2.1.       Le nostre offerte, le indicazioni dei prezzi così come i preventivi sono sempre non vincolanti. Essi sono soltanto proposte cioè richieste ai nostri clienti di avanzarci delle offerte. Un contratto viene soltanto in essere nel momento in cui noi confermiamo per iscritto un ordine. Per il tipo e il volume delle nostre forniture è determinante esclusivamente la nostra conferma d’ordine scritta. Le stampate definite vincolanti del ns. sistema informatico valgono come delle conferme d’ordine confermate per iscritto. In caso di offerte complessive i prezzi in esse indicati valgono solo per una conferma dell’ordine per tutte le posizioni contenute nell’offerta. Qualora non confermassimo l’ordine per iscritto, il contratto viene in essere al più tardi con l’esecuzione degli ordini.

2.2.     Spiegazioni telefoniche o orali dei nostri rappresentanti necessitano per la loro validità giuridica di una conferma scritta.

2.3.     Con l’ordine il cliente dichiara in modo vincolante di voler acquistare la merce ordinata. Il cliente rinuncia al ricevimento della dichiarazione di accettazione.

2.4.     Prove inviate o campioni sono soltanto campioni orientativi: in caso di acquisto su prova o su campione le caratteristiche della prova valgono come non garantite.

2.5.     La conclusione del contratto si verifica a condizione dell’autoapprovvigionamento esatto e tempestivo da parte dei nostri fornitori. In caso d’impossibilità non colpevole siamo legittimati entro 4 giorni dalla conoscenza della mancata fornitura a recedere dal contratto. In questo caso non spetta al cliente alcun diritto al risarcimento del danno.

 

  1. 3.      Descrizione della prestazione

3.1.       La qualità dell’oggetto della fornitura e della prestazione viene descritta in modo definitivo mediante caratteristiche delle prestazione espressamente concordate (ad es. specifiche, connotazioni, approvazioni e altri dati). Non sono dovute altre caratteristiche o altre tipologie delle forniture e delle prestazioni diverse da quelle espressamente concordate.

3.2.       Una garanzia per un determinato scopo o una particolare idoneità verrà assunta solo nella misura in cui questa verrà espressamente concordata per iscritto. Ci riserviamo il diritto di differenziazioni praticate secondo gli usi commerciali o tecnicamente inevitabili di grandezze fisiche o chimiche, compresi colori, ricette, procedimenti e l’utilizzo di materie prime.

3.3.       Dati sull’oggetto della fornitura e della prestazione (ad es. in cataloghi, informazioni del prodotto, media elettronici o su etichette) si basano sulle nostre esperienze e conoscenze generali e costituiscono soltanto parametri indicativi o connotazioni. Sia questi dati dei prodotti sia anche le caratteristiche delle prestazioni/scopi della prestazione espressamente concordati non esonerano il cliente a testare l’idoneità per lo scopo voluto del prodotto.

3.4.       Dati sulle caratteristiche e sulle possibilità di utilizzo dei nostri prodotti non contengono alcuna garanzia o assicurazione a meno che queste non vengano espressamente indicate in quanto tali per iscritto.

 

  1. 4.      Fornitura e trasferimento del rischio

4.1.       Dati e termini della fornitura che non siano stati espressamente concordati come vincolanti, sono dati esclusivamente non vincolanti.

4.2.       Il termine di consegna è rispettato, quando fino alla sua decorrenza l’oggetto della fornitura ha lasciato il nostro deposito o noi abbiamo comunicato al cliente che la merce è pronta per l’invio. Il termine di consegna non inizia a decorrere fino a quanto il cliente non abbia adempiuto in modo regolare i suoi obblighi, come ad es. la produzione di dati tecnici e documentazione, autorizzazioni nonché un acconto o la consegna di una garanzia di pagamento.

4.3.       La merce ordinata viene spedita, a meno che non venga concordato contrattualmente qualcosa di diverso, su fattura e a rischio del cliente all’indirizzo indicato.

4.4.       Ordini di spedizione o suddivisioni della fornitura necessitano in ogni caso di accordi scritti sui tempi di fornitura. Siamo legittimati ad effettuare forniture parziali. Esse valgono come affari autonomi. Le quantità da spedire possono eccedere  o essere inferiore fino al 10 %. Ci riserviamo, in caso di ordini di minore entità o di ordini che si discostino dal programma standard, di calcolare una quantità minima ovvero di un forfait di costi minimi.

4.5.       Fatti come la forza maggiore o altre circostanze, di cui noi non siamo responsabili e che rendono impossibile un’evasione tempestiva degli ordini accettati, ci esonerano durante la loro sussistenza dell’obbligo di fornitura assunto.

4.6.       L’istanza all’apertura di una procedura fallimentare, la prestazione di un giuramento di nulla tenenza, difficoltà di pagamento sopravvenute o il venire a sapere di un rilevante peggioramento dello stato patrimoniale del cliente, ci legittimano a sospendere subito le forniture e a rifiutarne l’adempimento, qualora il cliente non effettui la controprestazione o su nostra richiesta non presti idonea garanzia.

4.7.       Siamo legittimati a liberarci dall’obbligo di adempiere il contratto, quando la merce dal fornitore non venga consegnata in modo esatto, tempestivo e completo. Questa riserva di auto fornitura vale soltanto se non siamo responsabili per la mancata fornitura, cioè quando noi tempestivamente abbiamo stipulato con la ditta fornitrice un cosiddetto contratto di copertura per l’adempimento degli obblighi contrattuali. Qualora la merce non venga fornita, provvederemo a informare immediatamente il cliente su questa circostanza e rimborseremo il prezzo di acquisto già pagato nonché le spese di spedizione.

4.8.       Il pericolo del perimento casuale o del casuale peggioramento della merce si trasferisce già con la spedizione della merce sullo spedizioniere, sul vettore o sulla persona che altrimenti debba eseguire la spedizione.

 

  1. 5.      Riserva di proprietà

5.1      Ci riserviamo la proprietà su tutte le merci da noi fornite, fino a che tutti i crediti esistenti anche se sotto condizione, che abbiamo nei confronti del cliente e derivanti dai rapporti di affari, non vengano soddisfatti. A tale proposto tutte le forniture valgono come un unico negozio di fornitura. In caso di conti correnti la riserva di proprietà vale come garanzia per il nostro credito a saldo. Le disposizioni di cui sopra valgono anche per crediti che sorgeranno in futuro.

5.2      Il cliente è legittimato a rivendere la merce nel normale svolgimento dell’attività, a trasformarla o a combinarla; a tale proposito egli ci cede tuttavia già adesso tutti i crediti derivanti dalla rivendita, dalla trasformazione o dalla combinazione o da altri motivi giuridici in relazione con l’oggetto dell’acquisto (in particolare da contratti di assicurazione o da fatto illecito) per l’ammontare dell’importo finale fatturato concordato con noi (incluso IVA). Alla vendita viene equiparato l’utilizzo per l’adempimento di contratti di opera o contratti di appalto da parte del cliente.

5.3      La riserva di proprietà si estende anche ai prodotti realizzati mediante trasformazione, combinazione, o collegamento della nostra merce al loro valore pieno, tuutavia questi procedimenti avvengono per noi, cosicché noi siamo da considerarne produttori. In caso di trasformazione, collegamento o combinazione con merci di terzi, sui quali sussista la riserva di proprietà di questi ultimi, noi acquistiamo la comproprietà sulla nuova cosa in rapporto al valore della merce soggetta a riserva di proprietà (importo di fattura incluso IVA) sulle altri merci  combinate, al momento della combinazione. Qualora la merce del cliente in seguito alla combinazione sia considerata come merce principale, il cliente e noi siamo d’accordo che il cliente trasferisca a noi la proprietà su quest’oggetto; noi accettiamo con la presente il trasferimento. La proprietà esclusiva o in comunione così sorta sull’oggetto viene custodita dal cliente per noi gratuitamente.

5.4.     Durante la sussistenza della riserva di proprietà viene negato al cliente il pignoramento o il trasferimento della proprietà a scopo di garanzia.

5.5.     La rivendita è permessa al rivenditore solo nel normale svolgimento dell’attività e solo alla condizione che il rivenditore ricevi il pagamento dal suo cliente o che abbia dichiarato la riserva che la proprietà si trasferisca al cliente solo quando questo ha adempiuto i suoi obblighi. Il credito derivante dalla rivendita o da un altro motivo giuridico relativamente alla merce oggetto della riserva, pari all’importo della fattura (incluso IVA) viene ceduto a noi dal cliente già da ora nel suo totale. Noi accettiamo con la presente la cessione.

5.6.     Il cliente è legittimato a riscuotere il credito derivante dalla rivendita nonostante la cessione, fino a che questa legittimazione non venga revocata. Noi non tenteremo il recupero del credito fintanto che il cliente adempi in modo regolare nei nostri confronti i suoi obblighi di pagamento.

5.7.     Il cliente è obbligato su nostra prima richiesta scritta, a comunicare a noi il debitore del credito ceduto nonché ad indicare al debitore la cessione. Qualora sul patrimonio del cliente venga fatta istanza di fallimento, interrotto il pagamento, o prestato il giuramento di nulla tenenza o entri, in relazione con le difficoltà di pagamento, un cambiamento nel possesso della società del cliente, viene meno automaticamente la facoltà di rivendere e di recuperare i crediti a noi ceduti.

5.8.     Il cliente deve conservare gratuitamente per noi gli oggetti sottoposti alla nostra (com)proprietà con la diligenza di un buon commerciante ed assicurarli contro incendio, scasso, furto o altri rischi soliti.

5.9      Il cliente deve comunicare immediatamente un pignoramento o altra diversa limitazione dei nostri diritti di proprietà per mezzo di terzi e a confermare per iscritto al terzo e anche a noi il diritto di proprietà. Tutte le spese da noi sostenute e a noi rimanenti nonostante una vittoria in tutte le controversie giuridiche seguenti devono essere assunte dal cliente.

5.10    Qualora il cliente sia parzialmente in mora con il suo obbligo di pagamento, esista un forte indebitamento o una cessazione dei pagamenti o venga presentata istanza di fallimento, siamo legittimati di riprendere subito tutta la merce soggetta ancora a riserva di proprietà; alla stessa maniera possiamo far valere subito tutti gli ulteriori diritti derivanti dalla riserva di proprietà. Ciò vale anche in caso di un altro rilevante peggioramento dei rapporti economici del cliente.

5.11    Nel ritiro della merce si ha un recesso dal contratto soltanto se questo venga espressamente dichiarato da noi. Le spese a noi sorte dal ritiro (in particolare le spese di trasporto) sono a carico del cliente. Il cliente può richiedere la consegna della merce restituita senza un’espressa dichiarazione di recesso soltanto dopo il pagamento per intero del prezzo di acquisto e di tutti i costi.

5.12.   Il cliente garantisce a noi o a un nostro incaricato durante le ore di apertura del negozio l’accesso ai locali commerciali.

5.13.   Siamo legittimati, ad utilizzare la merce con riserva di proprietà con la diligenza di un buon commerciante e a soddisfarci sul ricavato imputando ai crediti scoperti.

 

  1. 6.      Prezzi, IVA e pagamento

6.1.    I nostri prezzi s’intendono in Euro franco deposito senza IVA.

6.2.    Modifiche dei costi per materie prime, salari, energia e altre spese non prevedibili e di cui non siamo responsabili ci legittimano all’adeguamento dei prezzi.

6.3.    In caso di forniture parziali ogni fornitura potrà essere fatturata singolarmente.

6.4.    Non siamo obbligati ad accettare assegni o altre promesse di pagamento, la loro accettazione segue sempre a scopo di adempimento.

6.5.    Il cliente è in mora senza ulteriori dichiarazioni in caso di mancato pagamento al momento della scadenza. In caso di mora nel pagamento siamo legittimati, per la durata della mora a calcolare interessi pari a 8 % per anno sul tasso d’interesse base.

6.6.    In caso di esistenza di difetti non spetta all’acquirente un diritto di ritenzione, qualora ciò non sia in rapporto proporzionato sui difetti e sui costi prevedibili dell’adempimento successivo (in particolare per una eliminazione di difetti).

6.7.    Siamo legittimati, ad accreditare i pagamenti del cliente innanzitutto sui suoi debiti più vecchi. Noi informeremo il cliente sul modo dell’accredito effettuato. Qualora siano già sorti costi e interessi, siamo legittimati, ad accreditare il pagamento alle spese, dopo agli interessi e per ultimo alla prestazione principale.

6.8.    Il cliente può effettuare una compensazione, qualora il controcredito non sia contestato o sia stato accertato in modo legalmente valido.

6.9.    Qualora il cliente sia in mora con un suo obbligo di pagamento, possiamo richiedere anche il risarcimento del danno in base alle disposizioni di legge.

6.10. Sui pagamenti in acconto o parziali non paghiamo interessi.

 

  1. 7.      Difetti, garanzia, risarcimento del danno

7.1.       Il cliente ci deve denunciare un difetto esistente immediatamente e per iscritto. Omette di fare ciò, la merce si considera approvata a meno che si tratti di un difetto che al controllo non era riconoscibile. Inoltre valgono i §§ 377 ss. HGB (Codice Commerciale Tedesco).

7.2.       In caso di forniture di merce difettosa prima dell’ulteriore trasformazione innanzitutto deve esserci data la possibilità di effettuare una cernita nonché di eliminare il difetto o di fare una fornitura successiva, a meno che ciò non sia ragionevole per il cliente. Qualora non possiamo effettuare ciò o non adempiamo immediatamente, allora il cliente potrà recedere dal contratto nonché restituire la merce a nostro rischio.

7.3.       In casi urgenti egli, dopo accordo con noi, potrà effettuare da solo l’eliminazione del danno o farla eseguire da un terzo.

7.4.       Qualora il difetto nonostante l’osservanza dell’obbligo ai sensi del § 377 HGB si possa accertare solo dopo l’inizio della produzione, il cliente può richiedere un adempimento successivo (a nostra scelta, tramite miglioramento o mediante una fornitura sostitutiva). In caso di fornitura sostitutiva il cliente è obbligato a restituire a noi su richiesta l’oggetto difettoso.

7.5.       Un diritto alla revoca del contratto o alla riduzione del prezzo di acquisto spetta solo se il difetto non può essere eliminato entro un congruo termine, l’adempimento successivo è legato a costi sproporzionati o debba essere considerato irragionevole o per altri motivi non riuscito.

7.6.       In caso di difetti di poco conto non spetta al cliente tuttavia alcun diritto di recesso.

7.7.       Il cliente, in caso di contestazioni, deve concederci immediata possibilità di esaminare la merce contestata; in particolare la merce contestata su richiesta e a nostre spese deve esserci posta a disposizione. In caso di contestazioni illegittime ci riserviamo di gravare il cliente dei costi di trasporto nonché dei costi per l’esame.

7.8.       Non sussistono diritti per difetti, quando l’errore deve essere ricondotto ad un inadatto o non corretto uso o conservazione, trattamento o montaggio erroneo o negligente, naturale usura o da interventi intrapresi dal cliente o da terzi sull’oggetto della fornitura.

 

  1. 8.      Responsabilità

8.1      Siamo responsabili in base alle disposizioni di legge nella misura in cui il cliente faccia valere diritti al risarcimento del danno che si fondi su dolo o colpa grave nostra, dei nostri rappresentanti o agenti. Qualora non ci sia addebitato una violazione dolosa del contratto, la responsabilità al risarcimento del danno è limitata al danno prevedibile, che tipicamente insorge. Lo stesso vale quando al cliente spetta un diritto al risarcimento del danno invece della prestazione.

8.2      Rispondiamo in base alle disposizioni di legge, fintanto che in modo colpevole venga effettuata da noi una violazione rilevante del contratto; anche in questo caso la responsabilità al risarcimento del danno è limitata al danno prevedibile, che tipicamente insorge.

8.3      Rimane salva la responsabilità per una violazione colpevole alla persona, al corpo o alla salute; ciò vale anche per la responsabilità obbligatoria in base alle disposizioni di legge sulla responsabilità dei prodotti.

8.4      A meno che non sia stato regolamentato qualcosa di diverso da quanto sopra esposto, la responsabilità è esclusa.

8.5      Per le violazioni alla proprietà intellettuale siamo responsabili conformemente alle disposizioni sopra esposte, se e nella misura in cui in caso di utilizzo conforme al contratto della nostra merce vengano violati tali diritti di proprietà intellettuale, che siano validi nella Repubblica Federale di Germania e che al momento della nostra fornitura siano pubblicati. Ciò non vale se noi abbiamo prodotto in base a modelli, descrizioni o indicazioni forniti dal cliente e non avevamo alcuna conoscenza o in relazione ai prodotti da noi realizzati non potevamo avere alcuna conoscenza che in questo modo sarebbero stati violati diritti di proprietà intellettuale di terzi. In questo caso il nostro cliente è responsabile per le violazioni sorte o che sorgeranno ai diritti di proprietà intellettuale. Egli è obbligato ad informarci immediatamente su possibili o presunte violazioni ai diritti di proprietà intellettuale che siano da lui conosciute e di esonerarci da diritti di terzi e da tutti i costi e spese che possano sorgere.

 

  1. 9.      Prescrizione

In caso di diritti per difetti dei prodotti forniti il termine di prescrizione è di un anno dalla fornitura dei prodotti. Inoltre valgono per la prescrizione le disposizioni di legge. I diritti alla riduzione e l’esercizio di un diritto di recesso sono esclusi qualora il diritto alla prestazione integrativa sia prescritto.

 

  1. 10.    Luogo di prestazione, foro competente, altro

10.1    Il cliente è legittimato a cedere i suoi diritti derivanti dal rapporto contrattuale solo con il nostro preventivo consenso.

10.2    Foro competente esclusivo per tutti i diritti derivanti dagli obblighi contrattuali, in particolare dalle nostre forniture, è Weinheim/Bergstraße. Lo stesso foro vale quando il cliente al momento dell’avvio del procedimento giudiziario non ha alcun foro generale nella Repubblica Federale di Germania.

Tuttavia siamo legittimati a citare il cliente anche presso il giudice competente per la sua sede.

10.3    In riferimento a clienti con sede all’estero siamo legittimati a lasciare decidere in base all’ordinamento arbitrale della Camera di Commercio di Zurigo, mediante uno o tre arbitri nominati in base a questo ordinamento, disaccordi e controversie derivanti o collegate con gli obblighi contrattuali, con esclusione della procedura giudiziaria ordinaria. L’arbitrato ha la sua sede a Zurigo in Svizzera. La procedura arbitrale viene condotta in lingua tedesca. La decisione arbitrale è per le parti definitiva e vincolante.

10.4    Vale esclusivamente il diritto delle Repubblica Federale di Germania. È esclusa l’applicabilità della Convenzione delle Nazioni Unite sui contratti di compravendita internazionale di merci.

10.5    Il trattamento di tutti i dati viene effettuato nell’ambito delle disposizioni di legge valide sulla tutela della privacy. Il cliente viene informato in base al § 33, cpv. 1 legge federale sulla tutela dei dati personali, che i dati personali dei clienti vengono raccolti, elaborati e memorizzati soltanto nell’ambito dell’esecuzione del contratto. Qualora necessario, una trasmissione dei suoi dati personali avviene solo nella misura necessaria per lo svolgimento dell’ordine. Ciò vale anche ai fini dell’esame della solvibilità. Oltre a ciò non i dati non vengono trasmessi a terzi.

 

  1. 11.    Clausola salvatoria

Qualora singole disposizioni di questo contratto siano o diventino nulle o non eseguibili, ciò non conduce alla invalidità dell’intero contratto. Al posto della disposizione nulla trova applicazione una disposizione valida e che possibilmente sia economicamente simile.